StorieInMovimento.org

VI SIMposio estivo di storia della conflittualità sociale (2010)

locandinaSIMposio2010

Locandina del SIMposio 2010

Progetto Storie in movimento (Sim) & “Zapruder. Storie in movimento. Rivista di storia della conflittualità sociale” – in collaborazione con: Città di Amelia – Assessorato al Turismo e alle Politiche giovanili e Istituto per la Cultura e la Storia d’Impresa ‘Franco Momigliano’ – organizzano il: sesto SIMposio estivo di storia della conflittualità sociale.
Amelia (TR), Italia – 15-18 luglio 2010

Presentazione

L’esperienza del SIMposio estivo nasce all’interno di “Storie in movimento” come un’occasione di approfondimento e di dibattito che si affianca alla rivista «Zapruder». Un laboratorio storiografico che intende rompere i confini e le distinzioni tra storia militante e pratica scientifica, tra sapere alto e divulgazione e rimettere in comunicazione luoghi e soggetti diversi attraverso cui si articola la produzione del sapere storico. La forma stessa del SIMposio intende suggerire un’orizzontalità dell’approccio comunicativo che coniughi in modo nuovo discussione scientifica e impegno civile. Il sesto SIMposio spazia su varie aree tematiche di ricerca, ma invita in particolare i/le partecipanti a soffermarsi sullo stato dell’arte della storiografia e più ampiamente sul fare storia della conflittualità sociale nel tempo – e del tempo – più vicino al nostro presente. La definizione degli oggetti storiografici e il loro accreditamento nel dibattito e nel discorso pubblico – ad esempio sui media di massa, nella scuola, nell’attivismo e in ambito politico – sono processi che maturano in uno spazio di confine tra società e ricerca storica. A partire da questa premessa, abbiamo pensato di discutere dell’uso e della conservazione delle fonti da parte dei movimenti sociali, specie a partire dalla fine degli anni settanta fino agli anni successivi a Genova 2001, coinvolgendo archivi indipendenti, centri di documentazione e mediattivisti. La storia più recente, e in particolare i processi politici e sociali degli anni settanta e ottanta saranno al centro di due dialoghi del SIMposio, in cui ci soffermeremo su interpretazioni consolidate e nuovi sguardi su un lungo passaggio che è alle radici del nostro presente e delle sue contraddizioni. Nel dialogo sul calendario civile ci interrogheremo in quanto storici/che chiamati a confrontarsi con la storia e il suo uso pubblico, operato da diversi soggetti istituzionali, dai media, dai movimenti e dalla società civile.

 

 

 

Related Articles

Licenza

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti pubblicati su questo sito sono disponibili sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale (info qui).