StorieInMovimento.org

La rivoluzione a pancia vuota: online Zapruder n. 9/2006

Mentre date fondo agli avanzi di cene e spuntini, riprendiamo il discorso dell’archivio digitale di #adottaZapruder con un numero sulla fame: apriamo il 2018 con la nona uscita della rivista…

adotta_zapruder

Questo numero di «Zapruder» partiva dalla constatazione che ricondurre il “morire di fame” a cause prettamente naturali (disastri, carestie) o sovrannaturali (il volere divino), è un occultamento delle radici politiche di questo fenomeno, radicato in un sistema di ineguale distribuzione delle risorse e delle ricchezze. Si cercava però anche di fare un passo in più, andando a ricostruire il rapporto fra potere politico, capacità normativa, deprivazione materiale e rivolta. Aprire a queste riflessioni porta a mettere in discussione non soltanto il presunto carattere naturale della scarsità, ma anche la sua funzione di controllo, il modo in cui si rende utile all’assoggettamento.

Copertina di Zapruder, n. 9 (gen-apr 2006)

L’ampio volo di questo numero, che parla di Roma imperiale, di comunità indios fra Sette e Ottocento, di minatori lorenesi di inizio Novecento e di quadri ottocenteschi, permette di riflettere anche su altro: la costruzione dell’identità nazionale, la strutturazione dei diritti di proprietà, il rapporto fra stato e mercato, le forme di organizzazione dal basso. Tutti temi che, fra un dibattito sull’antropocene e uno sulle misure di austerity, vale la pena riprendere in mano.

Con la campagna #adottaZapruder, l’intero numero è disponibile online in download gratuito.

Ringraziamo Claudia per averlo digitalizzato.

Leggi l’indice del numero e scarica gli articoli cliccando sui titoli.

Related Articles

Post your comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Licenza

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti pubblicati su questo sito sono disponibili sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale (info qui).